Archivio mensile:ottobre 2015

Il Festival del pastoralismo diventa appuntamento bergamasco

(23.10.15) Oggi a Bergamo parte l’edizione 2015 del Festival del pastoralismo. Tra le novità il concorso-finalissima “Regina delle valli” che domani incoronerà la migliore bovina tra quelle premiate alle 10 mostre zootecniche della montagna bergamasca. Domani si inaugura anche la mostra Cargà mut-Vita d’alpeggio sulle Orobie. Non era passata inosservata neppure la prima , un po’ timida, transumanza dello scorso anno ma quest’anno a Bergamo (e non solo) il Festival del pastoralismo diventa un evento che non solo coinvolge maggiormente la città ma  

di Michele Corti

Prima ancora di iniziare il Festival del pastoralismo 2015 si annuncia – grazie ad una più ampia comunicazione, alla collaborazione con il Comune di Bergamo e altri enti, all’interesse dei media – come un evento che non passerà inosservato. Favorite dalle condizioni meteo le manifestazioni del week end inaugurale si preannunciano un successo. Un autunno, che manifesta in questi giorni il meglio si sé , e le cornici delle mura venete, del monastero di Astino, della Fara sono quanto di meglio si possa desiderare per mettere in scena gli animali della montagna.

Bergamo è città profondamente legata alla montagna e alla sua orobicità. Le presenze degli animali rimandano, rilanciandola, a una vocazione che non è solo legata alla convergenza delle valli ma ad una posizione al centro del versante meridionale delle Alpi. Non a caso da Bergamo si diramavano transumanze (ovine e bovine) che raggiungevano buona parte della Padania dal Piemonte all’Emilia.

Dal prato della Fara, dove domani si sfiderà (non in un combattimento ma per la “bellezza”) il fior fiore della razza bruna bergamasca, la vista spazia sui monti. Ma al tempo stesso il grande prato è dominato dalla rocca, simbolo della storia antica della città. Di fronte le architetture gotiche della chiesa dell’ex monastero di Sant’Agostino, sede dell’università. Un contesto che assegna alla montagna, alla zootecnia di montagna una forma di riconoscimento che in passato la società (non solo bergamasca) è stata avara nel concedergli. Oggi, mentre in provincia il fatturato dell’ortofrutta supera quello della zootecnia segnando una trasformazione epocale, cresce la considerazione per ciòche rappresneta in termini storici, sociali, culturali la realtà dell’allevamento montano, della transumanza, dell’alpeggio, del pastoralismo, dei formaggi artigianali.

Una considerazione che può e deve trasformarsi in nuova vitalità anche economica attraverso l’apporto di nuove leve di giovani entusiasti , di nuove idee, di complementarietà con altri settori economici (in primis turismo) ma anche attraverso un aumento di valore delle produzioni che deve compensare la riduzione dei volumi e deve marcare la storica differenziazione tra formaggio (e altri prodotti) come commodities e come specialità.

Questi i grandi temi del Festival che però lascia spazio alle emozioni, al divertimento alla curiosità.  Ci saranno occasioni di divertirsi, apprendere, imparare (anche nel senso pratico) per tutti i gusti. Chi è interessato potrà costruire da solo il proprio bastone da pastore e il proprio corno musicale.

Il programma

La transumanza sulle mura venete (23 ottobre) quest’anno sarà organizzata con un numero doppio di pecore rispetto allo scorso anno (da 100 a 200). Il gregge sosterà proprio presso il monastero di Astino, restaurato e sede di continui ed importanti eventi in chiave Expo (in corso una  mostra inedita che abbina opere di arte contemporanea a formaggi).

La novità più grossa è il concorso “Regina e reginetta delle valli” che vedrà convergere nel prato della Fara a città alta le vacche premiate come “regine” in 10 mostre zootecniche locali della montagna bergamasca. La regina e la sua reginetta saranno incoronate con ornamenti (rami di abete a formare una corona e fiori)  largamente usati in contesti alpini ma che per per Orobie rappresentano una riscoperta culturale.

Durante la giornata del 24 a fianco del concorso zootecnico sarà organizzata una mostra mercato si soli formaggi bergamaschi di monte. Al temine (alle 17.00 inaugurazione della mostra Cargà mut. Vita d’alpeggio sulle Orobie con performance live di un gruppo teatrale sul tema “parole e suoni dell’alpeggio” e la “credenza del pastore” (esperienza gastronomica). Per terminare due film sulla lavorazione dello stracchino all’antica e sulla vita d’alpeggio nelle alpi bavaresi.

La mostra sarà aperta nei week end e ogni sabato e domenica dal 24 ottobre al 6 dicembre ci saranno conferenze, film, degustazioni, laboratori, presentazioni di libri. Chiusura con un convegno e un mercatino il 6 dicembre sul tema: “i nuovi/vecchi prodotti della terra orobica” (dallo zafferano alle erbe spontanee coltivate). Perché la montagna è anche terra da tornare a coltivare.

Programma completo

Venerdì 23 ottobre 

9.30-12.30 TRANSUMANZA: il gregge di pecore  bergamasche del pastore Marco Cominelli di Parre percorrerà  gli spalti del Viale delle Mura venete da Porta San Lorenzo a Porta Sant’Alessandro. Partecipazione alunni delle scuole primarie e dell’infanzia di Città Alta  e  del gruppo Brembaghèt . Con arrivo ad Astino. Partecipa all’evento, vai su facebook

12.30-13.00 Cascina Mulino ad Astino POLENTA DELLA TRANSUMANZA concastradina e formaggi  (a cura dell’Associazione pastori lombardi e progetto Forme, Fondazione MIA, Valle d’Astino)

20.30 Street food di piatti pastorali a Piazza Mascheroni con musici itineranti di tradizione (a cura della Comunità delle botteghe di Bergamo alta)

sabato 24 ottobre Prato della Fara

9-13.30 Concorso REGINA E REGINETTA DELLA VALLI con 40 bovine da latte premiate nei concorsi locali della montagna bergamasca. Incoronazione  della regina e della reginetta delle valli ( a cura Comunità Montana Valbrembana , AIPA Bergamo e Brescia e altri enti). Al termine delle premiazioni incoronazione delle vincitrici. Dettagli ed elenco allevatori. Partecipa all’evento. Vai su facebook

9-17,00   MOSTRA MERCATO DEI FORMAGGI DELLA MONTAGNA BERGAMASCA con presenza degli Alegher de Dossena, gruppo di musica tradizionale bergamasca. Per tutta la durata della manifestazione sarà disponibile un servizio di ristoro.

Pranzo: RASSEGNA GASTRONOMICA con menù Festival nei locali di Città alta aderenti (alla Fara Ristorante-Pizzeria “La Vendemmia” che fornirà anche un servizio ristoro nel prato).

13,30-16,30   Dimostrazione lavorazione del latte a cura della Coop. Agr. Sant’Antonio di Vedeseta; giro sui pony per i bambini a cura dell’azienda Davide Vescovi di Trescore Balneario

16,30  Trasferimento del pubblico alla Porta Sant’Agostino con accompagnamento degliAlegher di Dossena (musica di tradizione).

sabato 24 ottobre Porta Sant’Agostino

17.30 Performance live VOCI E SUONI DELL’ALPE. UNA MEMORIA VIVA con il gruppo teatrale  i Fuoritempo di Gorgonzola, con la partecipazione del gruppo tradizionale I Giaroi di Gerola alta.

18.30 Inaugurazione ufficiale della mostra CARGA’ MUT. VITA SUGLI ALPEGGI DELLE OROBIE
19.30 LA CREDENZA DEL PASTORE Esperienza gastronomica a cura dei ristoratori di Città alta aderenti Comunità delle botteghe di Città alta (“da Mimmo” e “La Vendemmia“).

20.30 Film documento “Il Tesoro della Bruna” di Michele Milesi , Italia, 2015, (30′) ( a cura del Centro Studi Valle Imagna) (vai alla scheda).

A  seguire “Still” (‘Silenzio’) di Matti Bauer, Germania,  2012, (80′)  (a cura di Brescia Winter Film Festival, presenta Davide Torri) (vai alla scheda film)

 

Domenica 25 ottobre

10.30 Presentazione a cura di CasArrigoni (casearia di Peghera in Valtataleggio) del libro “Bergamini, vacche e stracchini” (2015) edito dal Centro studi Valle Imagna. Con conversazione-dibattito sui temi della produzione casearia di ieri, oggi e domani con vari protagonisti della realtà zootecnica e casearia delle valli bergamasche. Intervengono: Michele Corti (Festival del pastoralismo), Antonio Carminati Centro studi Valle Imagna), Alvaro Ravasio CasArrigoni), Orfeo Damiani Comunità montana Val Brembana) e gli allevatori : Angelo Vitali, Angelo Offredi, Guglielmo Localtelli
12,30 Aperitivo-degustazione dei “formaggi dei bergamini” a cura di CasArrigoni e dei produttori della Val Taleggio e della Valle Imagna.

15-18 Laboratori di assaggio gratuiti dei formaggi di monte bergamaschi per grandi e per ragazzi a cura di ONAF Bergamo.

Sabato 31 ottobre

15.00 Laboratorio di autocostruzione di un corno pastorale musicale di capra che ogni partecipante potrà portare a casa. Con Giovanni Mocchi (è previsto un contributo spese di 20 € per il materiale).

20.30 Film  “Alpsummer” di Thomas Horat, Svizzera, 2013, col. 90′. (a cura di Brescia Winter Film Festival, presentazione Davide Torri) (vai alla scheda-film)

Domenica 1 novembre

11.00. Presentazione-dibattito del volume CIBO E IDENTITÀ LOCALE di M.Corti, S. De La Pierre, S. Agostini edito dal Centro studi Valle Imagna (2015). Il libro ricostruisce il “modello” sul quale si basano alcuni casi di successo della realtà bergamasca e lombarda in cui è la difesa e la valorizzazione del patrimonio legato ai sistemi agroalimentari locali tradizionali che innesca processi virtuosi di rigenerazione comunitaria (all’insegna di uno sviluppo autosostenibile). Saranno presenti gli autori e alcuni protagonisti dei casi di studio. Con aperitivo-degustazione di alcuni dei prodotti descritti nel libro

Sabato 7 novembre

15.00 I MONTI DELL’AL DI LÀ: STORIE, LEGGENDE, ECHI E SAPERI ANTICHI. A cura di Mostra delle erbe (Italo Bigioli, Saviore dell’Adamello). Al termine degustazione gratuita di tisane di erbe alpine.

Domenica 8 novembre

16.30 L’ALPEGGIO: UN PAESAGGIO UMANO conversazione con Dario Benetti (direttoreQuaderni valtellinesi, esperto di architettura rurale alpina, in particolare orobica).

Sabato 14 novembre

ore 17.30 QUANDO LA CITTA’ ERA LA MONTAGNA conversazione con Renato Ferlinghetti (Università di Bergamo)

Domenica 15 novembre

15.00 Laboratori gratuiti di assaggio di formaggi d’alpeggio per grandi e per ragazzi a cura di ONAF Bergamo.

Giovedì 19 novembre

19 Street food del pastore in Piazza Mascheroni (nell’ambito dello Street food Festa di città alta lungo la “Corsarola”

Sabato 21 novembre

15.00 SUONI E SAPORI DI SANTI E PASTORI. La caseificazione in alpeggio: gli attrezzi, le tradizioni. Il corno di San Glisente con degustazione di formaggi (a cura del Museo etnografico di Berzo inferiore).

18.00 conversazione con Cirillo Ruffoni: “Gli alpeggi della Valgerola tra storia e mito del bitto” (con aperitivo-assaggio di bitto storico).

Domenica 22 novembre

17.30 LA CAPRA OROBICA Incontro con Giuseppe Giovannoni (alpeggiatore, casaro, allevatore di capre Orobiche) con video sulla sua attività all’Alpe Legnone e appendice musicale a sorpresa. Segue aperitivo-assaggio di formaggi caprini d’alpe (a curaAssociazione formaggi di capra Orobica)

Sabato 28 novembre

ore 10.00 Laboratorio di autoproduzione di bastoni pastorali.  Scelta del legno, dimostrazione di piegatura a caldo, pulizia, “ricamo”. Parte del laboratorio – salvo avverse condizioni meteo si svolgerà all’aperto (a cura di Giovanmaria Fontana ).

ore 18.00 Giacomo Calvi (Centro Storico Culturale Valle Brembana “Felice Riceputi”) L’ALPEGGIO IN VAL BREMBANA: ASPETTI STORICI, CULTURALI, SOCIALI TRA XIX E XXI SECOLO. Gianni Molinari Priuli ANTICHI EDIFICI DI CULTO SUGLI ALPEGGI (Centro Storico Culturale Valle Brembana “Felice Riceputi”)

Sabato 5 dicembre

17.00 Film “Tutti i giorni è lunedì”,  Italia, 2015, (31’).  (vai alla scheda-film) presenta Luca Battaglini, Università di Torino, coordinatore progetto Propast. (vai alla scheda film)

Segue “Fuori dal gregge” di Cristina Meneguzzo, Michela Barzanò, Emanuela Cucca (It, col., 2012, 42′) (vai alla scheda film). Con la presenza di pastori e conversazione con il pubblico. Segue aperitivo-assaggio di prodotti pastorali.

Domenica 6 dicembre

10-17 MERCATINO A DI PRODOTTI DELLA TERRA OROBICA sugli Spalti di San Michele

10-12.30 Convegno NUOVI-VECCHI FRUTTI DELLA TERRA OROBICA le nuove opportunità per l’occupazione giovanile e il turismo legate al tema del ritorno, specie in montagna, di vecchie coltivazioni e della raccolta di prodotti spontanei (dallo zafferano ai tartufi, dalle preparazioni a base di castagne allo spinacio selvatico).

12.30 Presentazione e degustazione dei prodotti.

15.30 Workshop LA RINASCITA DEL CORNO LIGNEO PASTORALE SULLE OROBIE

17.00  I SUONI DEI CORNI ALPINI SULLE MURA DI BERGAMO ALTA, spalti presso la Porta Sant’Agostino

Sabato 12 Dicembre (Città bassa, Associazione generale di mutuo soccorso, via Zambonate, 33)

16.00 TRANSUMANZA E MUSICA DEI PASTORI intervengono Silvia Tropea Montagnosi, Giovanni Mocchi, Michele Corti. Con interventi musicali di Valter Biella e Andrea Passoni. La scoperta sulle nostre Alpi di strumenti musicali di pastori del XIV-XV secolo ha dato slancio alla ricostruzione e ricerca delle potenzialità di corni alpini, flauti in osso, campanacci, utilizzati un tempo come utensili di lavoro, di rito e di musica. Le loro sonorità, dal fascino particolare, tornano a risuonare e ad abitare gli alpeggi. Segue brindisi e scambio auguri

La mostra CARGA’ MUT. VITA SUGLI ALPEGGI DELLE OROBIE è a cura di Michele Corti, Giovanni Mocchi, con la collaborazione (per i contenuti) di Centro studi Valle Imagna, Centro storico culturale Valle Brembana “Felice Riceputi”, Silvia Tropea, Anna Carissoni, Giorgio Della Vite, Stefano d’Adda, Marco Dusatti,  Gianpiero Mazzoni, Cirillo Ruffoni, Amerigo Grisa e per l’allestimento di Valcanale Team (Ardesio) sarà visitabile tutti i sabati e domeniche dalle 10 alle 12 e dalle 15.00 alle 19.00  dal 24 ottobre al 6 dicembre (anche da gruppi su prenotazione)

LABORATORI PER LE SCUOLE

Produzione di formaggio, costruzione di corni alpini, manipolazione del feltro. Per prenotare un laboratorio presso le scuole o una visita guidata della mostra 3284819895

Organizzato da: Associazione Festival del pastoralismo

Collaborazione e patrocinio: Comune di Bergamo, Comunità Montana Valle Brembana

Sostegno e patrocinio: Fondazione comunità bergamasca, BIM Bergamo, Regione Lombardia, Associazione interprovinciale allevatori Bergamo e Brescia, Comunità Montana Valle Imagna

Patrocinio: Provincia di Bergamo, Ersaf , Comunità Montana Valle Brembana, Comunità Montana Valle Seriana, Comunità Montana Valle di Scalve, Comunità Montana Laghi bergamaschi, Comune di Serina, Comune di Berzo Inferiore, Parco delle Orobie bergamasche, Parco dei Colli di Bergamo,

Collaborazione/sostegno: ONAF Bergamo, Coldiretti federazione di Bergamo, Comunità delle botteghe di Bergamo alta, Associazione Terra di San Marco, Associazione Gente di Montagna, Brescia Winter film festival , Associazione manifestazioni agricole e zootecniche Serina, Associazione formaggi principi delle Orobie, Valcanale Team Ardesio, Centro storico culturale alta valle Brembana “Felice Riceputi”, Centro studi Valle Imagna, Ecomuseo Valtorta, Pro Loco Ardesio, Pro Loco Gerola alta, Sci club Valtorta, Consorzio vino Valcalepio

Società sponsor: Aprica (gruppo a2a), Uniacque, CasArrigoni (Taleggio), Consorzio Agrario Bergamo, Varrone Premana, Formaggi Matteo Oriani consulenze, RB studio associato, Abies consulenza agraria, Banca Credito Cooperativo  BERGAMO e VALLI , Val Brembana web, Nutri service, Block nutrition, TDM,